Ferite di guerra

Ho sempre portato i capelli lunghi e biondi. In occasione del nostro matrimonio avevo fatto dei trattamenti particolari per renderli più lucidi e luminosi e quando dopo essermi sposata avevo detto alla mia parrucchiera-amica Stefy “dai, tagliamoli!”, lei si era categoricamente rifiutata! In effetti con tutti i soldi spesi per renderli più belli non aveva…

Tecniche di sopravvivenza

Non avrei mai immaginato, ad un certo punto della mia vita, di ripensare con una certa benevolenza alle mie coliche renali. Simpatica eredità genetica di mio padre, conseguenza secondo i medici di un iperassorbimento di calcio, a partire dai 19 anni non mi hanno più lasciata in pace, presentandosi puntualmente e nei momenti più disparati, costringendomi a…

La mia strategia

Se dovessi riassumere la mia strategia per affrontare il cancro sceglierei senza dubbio la parola “apertura”. Non ho la presunzione di dire che sia la strada che porta alla guarigione. Io non sono guarita, ci sono ancora dentro in pieno, attendo con ansia i controlli e faccio i conti con i miei 2cm di massa…

Il colore della vita

Sono sempre stata molto fortunata nella vita. Figlia unica di due genitori che chiunque si sarebbe volentieri scelto, unica nipote, sempre circondata non dall’agio – per fortuna forse – ma sicuramente dall’affetto. Ho avuto un’infanzia serena, sono stata un’adolescente non problematica e nonostante i brufoli e gli occhiali sono sempre riuscita ad avere un discreto…

Annuncio di guerra

I giorni immediatamente successivi alla diagnosi mi sentivo confusa e disorientata. Cosa sarebbe successo di lì a poco? Che impatto avrebbe avuto sulla mia vita? Sarebbe tornato prima o poi tutto come prima? Ma più di ogni altra cosa mi preoccupava terribilmente dover dare la brutta notizia alle persone a me care. Non potevo sopportare…